mercoledì 22 luglio 2009

Costruire Layang ?....


Ho deciso di provare a sfuttare le stecche di bamboo
che Marcel ci ha generosamente offerto al lago di Bilancino.
Sono riuscito a ricreare (copiandolala) la struttura del layang
cercando di essere abbastanza preciso e simmetrico.
Non è semplice, ma credo che dopo qualche"centinaio" uno ci può prendere la mano. Ne ho fatti 5 con pieghe differenti. Un paio li ho terminati usando carta velina incollata a caso.
Beh, forse sarà assurdo perdere 20 minuti per farsene uno,
ma, visto che il bamboo mi sembra ottimo e che dopo qualche
aggiustamento volano, diciamo che la soddisfazione c'è, anche
se sono dei semplici, umili, fantastici Layang!

13 commenti:

francomonza ha detto...

molto bello !
Caro Renzo le migliori decorazioni sono proprio quelle "buttate" li astratte e piacevoli allo stesso tempo...
Spero tutto ok , ci vediamo a settembre a cervia.
ciao.

Mauri ha detto...

Grazie Renzo! Giusto a "fagiuolo" così provo anch'io a rimettere la carta al Layang che ho semistrappato con l'ultimo volo con vento forse troooppo forte :-(
a presto!
ArtePozze ti aspetta a volare!
ciao

Roby ha detto...

hai avuto la stessa mia idea.ho copiato al meglio che potevo dal telaio che mi hai dato ma sono riuscito a farne uno cominciato alla sera e finito al mattino.poi non avendo la carta giusta ho rimediato con una un po pesante e l'ho brigliato per vento forte.devo dire che mi ha fatto tribolare forse per la brigliatura e la mancanza di vento adeguato.in sostanza non so ancora come vola.

Nesko ha detto...

Renzo bella costruzione ! Questo in realtà è il modo più comune per costruire layangs. Per parte mia, ho costruito nel modo più "Malang" che fornisce una più estesa della carta (cfr. http://www.cerf-volant-combat.fr/fabriquer.php), ma entrambi i modi sono buoni! Congratulazioni!

Nesko

Roberto ha detto...

Se volete posso sempre incendiare un centinaio di layang originali cosi vi dilettate a ricostruirli :-)))
Ci vediamo a settembre....volate sempre alti Italian Katana è sempre vigile.

andrea benini ha detto...

bravo renzo bel lavoro certosino come sempre ci fai vedere le tue abilità manuali, che poi vengono trasferite come esperienza a tutti gli adepti. me ne potresti fare un centinaio a 23 centesimo l'uno? ehehehehehe scherzo continua così

R e n z o ha detto...

X Andrea: forti dubbi avrei sul lavoro "certosino" e sulle "abilità manuali e anche sul fatto di produrne. Di certo credo che io volerò/combatterò con i "miei" layangan!!

X NESKO:Merci pour les compliments! Combinez le papier et le bambou pour ces objets volants, c'est une belle magie.
Vais essayer ta méthode pour obtenir le papier plus tendue. Bon vent!

benini andrea ha detto...

allora è ufficiale il nuovo nome coniato da renzo maestro yoda per il layang costruito in italia è : layangan

benini andrea ha detto...

non vedo l'ora di tagliarne uno

R e n z o ha detto...

Credo che "forse" layangan sia semplicemente il plurale di layang.
In ogni caso non l'ho coniato io....
Appena possibile te ne farò tagliare uno, Andrea, forse in agosto a casa tua

Mauri ha detto...

Renzo, e ma e ma... che carta velina usi? Quella che si trova dal tabaccaio colorata? Mi sembra un poco delicatina... :-D
Volevo "rivestire" i due Layang che ho distrutto con il vento forza 6 > :-D

R e n z o ha detto...

La carta è proprio quella, con tanti bei colori... Oltretutto devo trovare una colla adatta perchè la colla vinilica da legno che ho usato non va proprio bene: se non sto attento la carta si spappola.
Ma la carta velina in volo tiene alla grande;tu che colla userai per fare il "collage"?
Sto comunque testando una carta bianca, leggera e liscia da una parte, che mi ha dato Michele.

Mauri ha detto...

Io penso di usare una colla tipo Pritt... giusto per non far nomi :-D
oppure, esiste una colla su rotolini tipo correttore quello che lascia la strisciolina bianca che correggi e poi riscrivi, solo che invece di mettere appunto il bianco mette giù colla, in pratica deposita una colla come quella dello scotch, ma solo la colla senza la plastica trasparente...
Penso di usare quella, in pratica adesivo asciutto.