sabato 28 febbraio 2009

PDF manuale di cucito

Domenica ho sentito Franco menzionare una pubblicazione sulla macchina da cucire che creai io almeno 20 anni fà. C'era o sbaglio la promessa di condividerla online con tutti ?
Devi condividerla visto che a me manca da circa 18 anni heheheehe.
Che fine ha fattoooooooooo???

Adesivi FightersBar


Udite udite...abbiamo gli adesivi!
Grazie a mister x (creatore del logo) abbiamo ora la possibilità
di marcare i nostri accessori con il logo FightersBar.
Quello che vedete in foto,


è un foglio A4 con adesivi FightersBar.
Si tratta di materiale professionale e durevole, ed in questo caso
gli adesivi sono stati stampati e fustellati su base trasparente
per poter essere applicati sui nostri accessori in legno.
il risultato lo vedete qui sotto:





La pellicola trasparente consente 
di far intravedere le venature
del legno,  ma è possibile stampare
anche su base bianca per avere
un effetto coprente.
Il costo è di 10 euro a foglio, 
sia per base trasparente che bianca.
Se vi interessano, fatemi sapere...


venerdì 27 febbraio 2009

abbattere aquilone trazione per buggy

ieri sera quando sono andato al corso di costruzione aquiloni, tenuto a cervia da Roberto Guidori, ho visto sul tavolo, un aquilone da trazione che mi risultava familiare. toh era proprio quello che avevo abbattuto domenica scorsa, e ne è venuto fuori che oltre ad avergli tagliato un cavo della briglia, si era rovinata anche la vela ed era stato portato da Roberto per le riparazioni del caso. certo che il gelasan è micidiale eheheheheh. sono dispiaciuto dell'accaduto, anche se in realtà non è stata colpa mia , è stato lui a venirmi addosso da dietro, io nemmeno lo avevo visto. buoni venti a tutti .

giovedì 26 febbraio 2009

Biglietto

Se qualcuno è interessato a stamparsi dei biglietti "da visita" su un formato
10 x 15, rubando l'idea a Franco-now e sfruttando lo splendido lavoro di mister x,
mi offro di inviare, a chi lo richiede un .jpg 10x15 appunto con all'interno
il nome. Vedi esempio

domenica 22 febbraio 2009

Chi ha vinto?

Chi ha vinto?
E' stata la prima volta che ci siamo confrontati con i punti, tentando di disciplinare la nostra indole casinara, ma non ci siamo riusciti mica tanto...
Comunque, a piccoli passi, un po' alla volta stiamo crescendo ed un po' alla volta cominciamo a capirci qualcosa.
Gran bella giornata, il vento è arrivato verso le 11 e non ci ha più abbandonato fino a sera.
Siamo stati testimoni di un avvenimento più unico che raro, Ema "volante" ai comandi di un rev. Peccato che Maestro Yoda non abbia potuto vederlo, la sua assenza si è sentita pesantemente, nonostante il  "succedaneo cartaceo" che ha un po' mitigato la nostra tristezza. Nella foto di gruppo, al centro c'è uno spazio vuoto, che abbiamo lasciato per lui.
Abbiamo avuto l'esordio di Roberto "italian Katana" che si è presentato in spiaggia armato di manjha indiano proveniente direttamente da Ahmedabad, che ha poi accantonato in favore del nostro Gelasan, risultato nettamente migliore. Abbiamo imparato la tecnica segreta del Panda (copyright by Dario), cioè rimanere fermi con
l'aquilone in alto, aspettando che l'avversario con un attacco maldestro si tagli da solo sul nostro filo. Purtroppo devo ammettere che spesso ha funzionato, il che significa che i nostri attacchi non erano proprio perfetti...
Abbiamo combattuto tutti, tranne Andrea che con problemi di briglie è rimasto parecchio tempo fuori gioco.
Risolti i problemi, è entrato trionfalmente in campo tranciando i cavi della vela di un buggy che in quel momento passava di lì.
Ora provo a fare un discorso serio...si sta in amicizia, si cazzeggia e ci si sfotte, e tra di noi va benissimo...ricordiamoci però che in caso di gare vere (Dieppe 2010), dobbiamo migliorare anche sul lato comportamentale, tipo non sfottere l'avversario appena tagliato, e non accampare scuse subito dopo essere stati tagliati...in gara complimenti reciproci e stretta di mano sono d'obbligo.
Ho visto un combattimento dove un fighter ha attaccato dall'alto verso il basso, perdendo il controllo e schiantandosi a terra. E l'avversario, che con il suo filo era sotto, ha attaccato in alto, tagliando il filo dell'aquilone a terra. Questo è stato un gesto inutile e profondamente antisportivo, del quale mi assumo con orgoglio la paternità, e che mi ha dato grande soddisfazione, ma che non rifarò mai e poi mai in caso di gara "vera".
Tornando ai punteggi...chi ha vinto?
Non lo so, in effetti non segnavamo proprio tutto...ho avuto l'impressione di di avere riportato più sconfitte che vittorie...ma penso che il vincitore di giornata sia sicuramente Andrea...una vela da trazione tagliata vale 10000 Layang!

link per le foto della giornata



giovedì 19 febbraio 2009

Video da Ahmedabad

Ho caricato su youtube un nuovo video creato utilizzando le foto che avete gia visto piu la musica originale di Ahmedabad.
L'indirizzo per visualizzarlo è questo: http://www.youtube.com/watch?v=7ZzQWdsQc04&feature=channel_page

Buona visione a tutti.
Roberto

lunedì 16 febbraio 2009

Saluti dalla Francia!

Come avrete notato, io rompo le scatole a mezzo mondo per contattare appassionati kitefighters di altre nazioni. 
Sono convinto che gli "scambi culturali" arricchiscano le persone, e poi sono un gran rompipalle.
Quindi il buon Nesko (nella foto con la birra in mano) ha acconsentito a scrivere per tutti noi...

Viva l'Italia!
I fighters francesi sono molto felici di aver scoperto l'anno scorso che il virus degli aquiloni combattenti aveva colpito l'Italia...
Il vostro sito è geniale (merci Nesko) e osservo che voi dovete essere una bella banda di matti, e che l'ambiente è eccellente dalle vostre parti!
Ho scoperto gli aquiloni combattenti 3 anni fa, 
con Ludovic Petit ed i "Cavalieri del Manja".
Abito nell'Est della Francia (Besançon) e dall'anno scorso, inizio nuovi combattenti nella mia zona, al fine di organizzare incontri il più spesso possibile durante il fine settimana; per il momento non siamo in molti (6) e continuerò a cercare seguaci anche quest'anno.
Qui, nella mia regione, passo per un extra-terrestre, una curiosità. Il francese trova strano che un uomo di quarant'anni giochi ancora con gli aquiloni, non è davvero parte della cultura o nell'ordine delle cose.
Quest'anno  organizzo una gara del campionato francese con il Manjha-Team, nei prati di fronte a casa mia.
Questa sarà un'occasione per fare festa, per combattere come matti, e per incoraggiare le persone a "muovere le chiappe" e scoprire che possiamo fare qualcosa di diverso dal calcio o dalla caccia nei boschi, la domenica mattina.
In breve, un vasto programma!
Spero che avremo la possibilità di incrociare i cavi con il Fighters Bar.
Perchè non organizzare un incontro Francia-Italia in un week-end?
Ciao a tutti, e buon vento!

domenica 15 febbraio 2009

Layang in casa

Approfitto per mostrare Franco con il suo "poker" di layang ringraziandolo per le sue lezioni sulle briglie ad inventa il vento

Confermo quanto detto da Renzo quel giorno ( poi ho notato che in merito ha fatto anche un post) che il layang è più morbido confronto al patang, probabilmente per uno alle prime armi come me, va meglio




Simpaticamente parlando ho trovato una futura

combattente, più che altro mi sono stupito dall'interesse

di mia figlia. Gli ho chiesto dove aveva messo il suo

aquilone, mi ha risposto che era per bambini e che voleva

roba da grandi .......ho detto va bè dammi una mano a

brigliare i layang....

dopo un po' mi ritrovo con queste affermazioni,

"babbo metti meglio il rinforzo",

"babbo mi passi lo scotch",

"mi lasci fare i buchi per le briglie",

insomma babbo mi lasci fare!!!!!!


Di questo passo ho lo sfratto, ma va bene

così l'importante

che sia una combattente

sabato 14 febbraio 2009

fighters in fiera rimini











come promesso ho portato layang più qualche altro aquilone mio e anche altri gentilmente prestati per l'occasione da tullo di giochivolanti, alla fiera internazionale dell'alimentazione a rimini. ne ho potuti mettere pochi e solo nel mio stand. se mi avessero dato il permesso avrei riempito il padiglione. ecco alcune foto come promesso, direttamente dalla fiera iniziata questa mattina e che si protrarrà fino a martedi 17 febbraio. se qualcuno è interessato e vuole venire, lo faccio entrare senza problemi basta che mi telefonate. anche questo penso sia un modo per diffondere il verbo no?

domenica 8 febbraio 2009

NON DI SOLO BUKA VIVE GABRIELE

Finalmente un filmato in cui nn "volo" o "appendo" un buka da qualche parte....siete tutti invitati a vedere il collaudo del fighter appositamente fatto per franco, nato dopo una lunga scelta della colorazione...in effetti è venuto + bello del mio e forse vola meglio, per quello un paio di volte volutamente glielo ho spiaccicato per terra!!!!nel video prima vola il mio amico Donato, nuovo fighter compaesano
video

Fighters Box II

Sottopongo
alla vostra attenzione la mia "Fighterbox".
Legno compensato da 8.

Pregi: è abbastanza leggera e per estrarre un aqui non si devono sollevare tutti (vedi però difetti...*)
Difetti: Il colore da me scelto è un "pochino" delicato, ma è "evidente!"

*Estrarre un aqui ,se dentro ce ne sono 150 tutti brigliati,
comporta l'eventuale estrazione di altri 25....

Imbustare nel nylon risolve il problema!


Per il trasporto
visto i miei non rari spostamenti in bici,
ho fatto una sacca con
relativa tracolla.
La cintura di sicurezza l'ho usata per la maniglia.....

sabato 7 febbraio 2009

fighters box







ecco la presentazione di un modello di box per i nostri amati combattenti. per trasportarli protetti da accidentali urti o rotture, ritorna utile anche come piano di appoggio in spiaggia per poter brigliare il nostro combattente. è tutta fatta in legno in modo artigianale, decorata con pirografo e colori all'acqua, con rifinitura finale a gomma lacca si può fare di dimensioni diverse a seconda delle esigenze individuali e si può personalizzare con decorazioni loghi e tutto quello che ci viene in mente, si può aggiungere una tracolla di materiali diversi per agevolare il trasporto, la maniglia qui presente è in ferro, ma le prossime verranno fatte in cuoio. è possibile realizaare anche alcune varianti a richiesta, e presto realizzeremo altri modelli, cercando di ridurre al massimo il peso ed i costi.

venerdì 6 febbraio 2009

yo-yo wood
















dopo il carrete pagliaccio ecco la presentazione degli yo-yo wood for fighterskites. molti di voi li hanno gia visti e provati dal vivo, e alcuni altri se li sono già aggiudicati. sono oggetti unici realizzati in legno massello, lavorati prima al tornio e poi rifiniti a mano con carta vetrata e protetti con diverse mani di gomma lacca.

mercoledì 4 febbraio 2009

Ripensando a chi ha lasciato un buka su un antenna...

Vedendo questo video forse ha fatto bene a lasciare su quell'antenna il suo buka. ;)

martedì 3 febbraio 2009

regolamento da Marcel



Se a qualcuno interessa, ho tradotto il regolamento dal sito Olandese.
Verificate voi che siete esperti se ho tradotto bene e se si... faten buon uso :-)



Termini utilizzati:

Linea= filo.

Shoot= Segnale di start per la battaglia dato dall’arbitro.

Aquilone incontrollabile= Un aquilone danneggiato che non può attaccare l’avversario (la stima viene fatta dall’arbitro).

Putus tangan= il cavo si rompe spontaneamente senza l’intervento dell’avversario.

Gelasan kenur= Gelasan o Manjha basato su prodotti non naturali (esempio: cavo di base in nylon o poliestere).


Regolamento:

1) Un combattimento dura al massimo 5 minuti. Dopo 5 minuti il combattimento verrà interrotto dall’arbitro. Quindi gli aquilonisti ottengono l’opportunità di combattere ulteriori due minuti extra che hanno inizio quando le linee si incrociano tra loro. Durante questi due minuti gli aquilonisti non possono sciogliere l’incrocio delle linee. Se non viene presa nessuna decisione entro questi due minuti di combattimento, l’arbitro porrà fine al combattimento nel seguente modo: Al segnale dell’arbitro l’aquilone sopra dovrà attaccare l’aquilone sottostante scendendo all’ingiù e viceversa l’aquilone sottostante dovrà attaccare quello sopra salendo, Al momento in cui le linee si toccano ognuno è libero di decidere se tirare la propria linea o lasciarla andare. Non è permesso prendere una direzione che permetta alle linee di sciogliere l’incrocio.

2) L’aquilone che tocca terra dopo il segnale di partenza ”shoot” perderà il combattimento. Se un aquilone rimane impigliato in un ostacolo; albero, antenna, tetto ecc… L’aquilonista avrà 1 minuto di tempo per liberare l’aquilone e riprendere il combattimento. Se un aquilone è “incontrollabile” mentre le linee non sono incrociate con l’avversario, l’aquilone suddetto perde il combattimento.

3) Dopo il segnale di start “Shoot” l’aquilonista che ha un “Putus Tangan” perde il combattimento. Nel caso di “Putus tangan” prima del segnale di start “Shoot”, l’aquilonista può prendere un altro aquilone. Per recuperare tempo l’arbitro potrà chiamare un altro aquilonista in campo nell’attesa.

4) Un aquilonista può usare un area di 5 metri davanti e 5 metri dietro la sua linea di combattimento.

5) Se un aquilonista vince 3 gare consecutive vengono chiamati a combattere per la prossima gara due nuovi aquilonisti.

6) Per la qualificazione: Se alcuni aquilonisti finiscono la competizione con lo stesso ammontare di punti disputeranno un spareggio.

7) L’uso del “Gelasan kenur” non è permesso. E’ permesso solo l’uso di gelasan basato su fibre naturali quali cotone, seta ecc…

domenica 1 febbraio 2009

Febbraio


Abbiamo intenzione di ritrovarci, domenica 22 FEBBRAIO, in spiaggia a Cervia

Nessuna particolare ricorrenza da festeggiare, se non un "ritrovo mensile" prima di convergere tutti quanti da Giacomo per Levant'eVento, ma di sicuro si COMBATTE!

*Cosa ne dite?
---------------------------------------
qualche piccola considerazioni a questo post:

- mi dispiace sempre scrivere post quando la pagina è così ricca di altri interventi, ma non volevo far passare altro tempo senza proporre il ritrovo

- notare come la data proposta è ciò che Franco [mio Maestro detto "Il Poeta"] ha detto che mai io avrei avvallato

- questo post è spudoratamente copiato da un altro post del mio Maestro Yoda [sono Sue le mani dell'immagine] da che ne deriva che anche io mi sono fatto prendere dalla "paraculagine" del primo Maestro citato in queste note

- sarebbe veramente piacevole che anche "i milanesi" facciano uno sforzo organizzativo per essere presenti

- sarebbe molto piacevole incontrarsi con Roberto Guidori per una grappa e qualche racconto a voce

- chiunque non sarà presente sarà segnato come tagliato a tavolino a mio favore :-)