martedì 26 ottobre 2010

new xpress







Torno a rianimare questo bar, che senza i C.U.LA. (costruttori uniti lega aquilonisti) sarebbe da mettere in vendita.

come avevo previsto e promesso nella prima "edizione" di questo mio fighter,torno a voi per aggiornarvi dei miei pochi lavori che riesco a portare avanti causa pigrizia e balle varie. indipendentemente dal fatto che sicuramente è somigliante a molti altri aquiloni di costruttori più o meno noti o famosi,questo,nasce da un'idea che mi è venuta guardando quel bellissimo filmato che girava in internet l'anno scorso. in pratica (non ricordo più la storia) era un cartone animato forse in 3D dove si vedeva un aviatore che volando col suo aereo supersonico aveva agganciato il filo di un aquilone (magari pilotato da un 50enne ) e giunto a destinazione si era accorto di questo piccolo aquilone che ancora stava volando in cielo ecc.ecc. riguardando quel filmato più volte sono rimasto affascinato dalla forma e tridimensionalità che erano riusciti a conferire a quell'aquilone. fatto sta che ho fatto una foto a un paio di quei fotogrammi e li ho archiviati nella cartella documenti. ogni volta che aprivo la cartella li rivedevo sempre e le domande che mi venivano alla mente erano tante, si intuiva chiaramente che aveva del fantascientifico,sia per la forma esageratamente alta data al diedro,che per la brigliatura che si rifaceva per lo più a una classica di uno statico, ma che di statico non aveva niente.se qualcuno di voi è in grado di rintracciarlo,lo riguarderei volentieri . tornando alla traduzione che ne ho fatto guardando quel fotogramma,sono arrivato a "concepire" la prima forma che tutti spero avete visto nel precedente post. dopo averlo provato e riprovato e riscontrato alcuni difetti sia di manifattura che di aerodinamica (parola grossa)ho deciso di apportare due modifiche sostanziali. per prima cosa ho aggiunto un bordo alare di uscita (a mio avviso molto interessante).questo materiale (reperito in una veleria),consiste in una "pellicola "trasparente con all'interno delle fibre di carbonio sottilissime atte a conferire resistenza alla vela(nel mio caso, usato in questo modo, penso conferisca soprattutto maggior rigidità). ho pensato a questo materiale per mantenere inalterata almeno visivamente la forma iniziale che si riferiva a quella immagine di partenza.la seconda modifica si riferisce al naso del kite che a mio avviso aveva una curvatura troppo slanciata o stretta verso l'alto.attualmente ho preparato due vele di cui quella gialla è pronta per essere brigliata e la nera aspetto di verificare se quello che ho scritto fino adesso corrisponde a verità o meno. al momento sono molto soddisfatto del lavoro che ho fatto e sempre fiducioso, aspetto domani per terminarlo e provarlo. un saluto a tutti tranne a uno come al solito

Roby

9 commenti:

paolo ha detto...

nell'attesa di sapere chi e' quell' uno .... ti rinnovo nuovamente i miei complimenti ... Grandissimo Roby ..

Roby ha detto...

visto che sei stato gentile a rintracciarmi il filmato ti manderò un sms con la risposta al tuo dubbio

francomonza ha detto...

Bravo Roberto.
Soltanto poco tempo fa, vederti impacciato con il cavo di ritenuta dell'aquilone , mentre tentavi di recuperare le tue dita dall'enorme ed incasinato gomitolo che si era creato, tutto si poteva pensare tranne che saresti diventato uno dei più bravi e tecnici costuttori di aquiloni combattenti.
Ormai nessuno ti può dire come e in che modo costruire un'aquilone, il tuo interesse e la tua ricerca continua ti hanno portato a raggiungere un'elevata qualità costrutiva.
Complimenti, per la tua nuova creazione ... come qualcuno ha detto l'importante è che oltre ad essere belli , devono anche volare.
I tuoi aqui Volereanno con certezza!!!
Ciao Roberto in attesa dei prossimi "nascituri" ti mando mega saluto.
Voglimo vedere per questa primavera la tua nuova flotta di combattenti.
Hola!!!

paolo ha detto...

sono d'accordo con Franco ... tranne su una cosa !!! il cavo lo ingarbi ancor' oggi !!!!

andrea benini ha detto...

secondo me vola meglio senza il rinforzo trasparente aggiunto, ma non per gli effetti che può dare il rinforzo, che penso siano positivi, in quanto sicuramente aumentano velocità e precisione, ma per ciò che riguarda la forma. la svasatura dei bordi di uscita conferisce solitamente buone caratteristiche a questi modelli di aquiloni combattenti. però sono tutte cose da provare. ogni piccola modifica nel nostro campo può dare grossi cambiamenti. io quando costruisco, se faccio due esemplari, non li faccio mai uguali, preferisco farli leggermente diversi in modo da vedere le differenze. ma è un mio modesto punto di vista personale. bravo roby

Roberto ha detto...

Bravo Roby, ben fatti. Non sono d'accordo con Andrea, penso che i rinforzi laterali lo rendano piu lento e piu preciso. Un aquilone svasato come prima era sicuramente molto veloce e difficile da controllare. Inoltre la svasatura è molto meno accentuata nei modelli precedenti e un perchè c'è; non serve a dargli maneggevolezza ma solo a togliergli il rumore che è in fondo turbolenza e li rende solo piu veloci in linea retta. La manovrabilità è insita nel disegno del modello e non nella svasatura dei bordi. L'X press senza svasatura probabilmente si comporta nello stesso modo di prima ma diventa solo un po piu lento. Lo stesso effetto si ottiene con dei battens senza svasare.
A me piace comunque sto aquiloncino, bello il disegno e i rinforzi gli donano un certo appeal.
Ciao

R e n z o ha detto...

Mi fa un sacco piacere leggervi! Avessi più tempo da dedicare a queste creature potrei dirvi la mia ma, purtroppo, posso solo starvi a guardare.
Continuo a sostenere che gruppi come il nostro non ne esistano; nel senso che, negli altri paesi dove esistono appassionati di Fighter Kites, non ci sono scambi di esperienze di costruzione, sia artigianale che tecnologica, come nel FigtersBar.
Se qualcuno naviga nel nostro blog ormai trova di tutto: il bello è che ancora non siamo saturi e, spero, di cose da scrivere e da condividere ce ne siano ancora molte.
Io mi diletto con carta e bamboo, litigando con il vento nei pochi momenti in cui posso fare delle prove (è da Dieppe che non sento il filo scorrere come si deve nelle mani) e sento comunque che sto imparando. Buon lavoro, buone scoperte e buon vento a tutti!
Anche a chi non costruisce....chiaramente!

Mauri ha detto...

Ciao cari, che progetti e prototipi che vedo! Non so cosa darei per provarne qualcuno! Io che in fase di collaudo ho sempre paura di sfasciare tutto (usando carta e bamboo) con questi vostri sarei più libero :-) Complimenti sinceri e... alla fine è facile che ci siano delle somiglianze... o no! :-) Io ho ripreso in mano un prototipo che è da collaudare a fondo mentre l'altro già vola bene. Una cosa ho scoperto, cavolo vola anche se lo "inverti", nel senso lo fai volare con la punta verso il didietro... :-D Abbraccio e link per i curiosi. Buon vento a tutti!
http://picasaweb.google.com/MMaurizioCostantino/ProvePrototipo2910100941?pli=1#

http://picasaweb.google.com/MMaurizioCostantino/NuovoPrototipoItaliano#5487497259369229570

rodry ha detto...

Ciao Roby, complimenti! Mi fai venir voglia di averne uno per le infinite giornate senza vento qui a Verona!