mercoledì 13 ottobre 2010

progetto combattente proposta italiana


per il momento pubblico il progetto, perchè i combattenti che abbiamo fatto, erano prototipi fatti con materiali scadenti, quindi pubblicherò foto appena ne realizzeremo uno decente come carta e bamboo. lo abbiamo fatto io e roberto guidori, mettendo insieme esperienze e convinzioni acquisite volando e facendo esperienza. volevamo ottenere un combattente veloce in linee rette e in rotazione, facile da manovrare e realizzato con bamboo e carta. questo era il presupposto di partenza. ma ciò non toglie che si possano utilizzare anche materiali più tecnologici e più resistenti. sicuramente cambiando i materiali, potranno cambiare leggermente le caratteristiche di volo, ma non credo che si snatureranno le caratteristiche di questo combattente. dopo le prime prove con venti di diverse intensità, possiamo affermare che siamo riusciti nell'intento. questo combattente, gira molto stretto e veloce, si manovra bene e gli si fa fare quello che si vuole, non necessita di eccessive correzioni se si sta attenti nel costruirlo. ma cosa importante, è anche semplice da realizzare, in quanto abbiamo eliminato il filo nel perimetro dell'aquilone. filo che io ho sempre pensato come abbastanza inutile e la dimostrazione ne è la buona riuscita in volo di questo aquilone. spero che vi dia soddisfazioni di volo questo combattente. per il prossimo incontro, cercherò di farne alcuni da farvi provare, in modo da raccogliere poi le vostre impressioni. nel frattempo chi ha voglia può anticipare la cosa costruendone uno e provandolo. spero che le misure siano leggibili

6 commenti:

Renzo ha detto...

Penso che noi "costruttori" ci divertiremo... Se puoi ingrandire un po' le foto farebbe piacere ai vecchietti che non godono di ottima vista.

Io sono un po' in arretrato (vedi il "corto" di Maurizio e il white devil di Roby). Appena mi riprendo da 'sto stato semi-influenzale mi do' da fare. Trovare il tempo ed il vento sarà un'altra storia....

francomonza ha detto...

Bravo Andrea e Roberto, la vostra esperienza porterà sicuramente ad un buon prodotto, vederlo così potrebbe già soddisfare le aspettative di volo ricercate.
Sufficente vela nella parte superiore e l'accentuata sciancratura nella parte inferiore dovrebbero dare una buona portanza ed un agile cambiamento di direzione all'aquilone ... si dia inizio all' autocostruzione.
Buon lavoro a tutti.
Ciao buon vento.

Roby ha detto...

se dite che vola bene propongo di chiamarlo BORNA che è ANdreaROBerto letti da destra a sinistra.

Mandrake ha detto...

Veramente bello,
stavolta ci voglio provare anche io.
Aspetto però di poter vedere delle immagini più grandi, purtroppo anche io non brillo per la vista...

Anonimo ha detto...

Il progetto sembra interessante, con la vostra esperienza sicuramente lo farete volare, seguirò lo svolgersi e i commenti magari puoi lo faccio anch'io. Ciao miki

Roberto ha detto...

Volare ha gia volato ma era costruito con materiali scadenti proprio perchè era un prototipo.
Penso Andrea stia gia confezionando un modello fatto con materiali di buona qualità, probabilmente carta velina e bambu indonesiano e domenica lo facciamo volare al 39 di Cervia, sperando ci siano curiosi a vederlo :-).
Ciao