domenica 20 febbraio 2011

Arrivati!





Ieri finalmente è arrivato il pacco da One world


Un sacco di belle cose! ho capito finalmente che cosa vuole dire un filo, certo che non assomiglia per niente a quello di cotone da cucito, il Panda che mi è arrivato è liscio e relativamente rigido, e quello cerato è uno spettacolo. Un dilemma è la brigliatura, Kirti mi ha detto che sul sito c'è spiegato bene come si preparano le briglie. Speriamo bene!



Ho preso un po' di tutto, visto che è un regalo di compleanno per Nadia, e la serie artistica in carta non credo che volerà mai, penso che finirà alla parete come decorazione, ma questi qui, con la doppia spina, se riuscirò a brigliarli come si deve, saranno un bel passatempo. Presumo che si utilizzino i due incroci superiori come punti di attacco, ma in basso? Faccio un arco ai due punti di rinforzo inferiore e collego i due archi fra di loro?
Non forzeranno a chiudere la coda, creando un tunnel centrale?

A Gubbio faremo un po' di prove, ma dubito di resistere un mese prima di scassarne uno o due.



Con l'occasione ho preso anche un po' di bamboo, tanto per rimanere in tema, ed è arrivato anche una serie di stecche di circa un cm di larghezza, per fare un po' di prove di sezionamento. Come le ha viste Elvira, mi ha detto subito che è vecchio e secco, e che da lei ce ne sta tanto così, quindi quando va a Manila gli faccio fare in bel paccone. Se poi il comitato dei pirati dirà che non vanno bene per gli aquiloni, vuol dire che convertiremo il bar agli spiedini!


La colla mi sembra tanto simie a quella della UHU in stick. Non ho chiesto cosa usa per il mylar, ma ho della UHU gel
In settimana metto su Picasa un po' di foto, appena ho il tempo di farle decentemente, così come prendo qualche misura, se interessa a qualcuno. Basta che non mi chiedete come volano...




Ma ora un po' di consigli. Ho fatto venire dei gator piccoli e grandi, e per adesso ho arrotolato il filo cerato, del lagaan da 9 cord, su uno grande, e su un piccolo del Panda da 12 cord non cerato, ci ho avvolto 400 metri.


Certo che è una bella faticaccia! Nadia ci ha preso la mano, io dopo poco ho sintomi da tunnel carpale, ci deve essere un sistema migliore. Sto pure pensando ad un carrrete, ho visto sui vecchi post delle misure e delle idee, mi sa che verranno messi in cantiere. A questo proposito stavo pensando una cosa, ma se invece del maniglione centrale con cuscinetti a sfera ci piazzassi una ruota da skateboard?


Saluti a tutti


Alessandro








12 commenti:

andrea benini ha detto...

vedo che ti sei fatto un bel regalo. ma chiedere prima no? gli avvolgitori, vanno bene i più grandi di one world. per il resto penso che sia giusto che tu ti faccia le tue esperienze, perchè facendo esperienza scoprirai cosa ti piace di più.
di solito arrotolare 400 metri di filo non è il massimo, meglio sempre arrotolare 1000 metri anche sullo yo-yo. poi sul carrete ancora meglio. pre ciò che riguarda la fabbricazione di un carrete, ti assicuro che la ruota da skate non è il massimo, per motivi che magari ti potrò illustrare a gubbio. e poi credimi, che il problema cuscinetti è un falso problema, in quanto le soluzioni le abbiamo già trovate, è già più problematico fare bene tutto il resto

Alessandro ha detto...

... veramente il regalo è per Nadia, io prenderò in prestito qualcosa... e oltre a tutto leggo pure che tra un po' metti on line il tuo negozio! Una tradizione dei negozianti romani è che se il primo cliente della mattina compra qualcosa gli affari andranno bene. Mi prenoto per il primo acquisto! Magari il carrete di cui sopra.

andrea benini ha detto...

giusto alessandro ehehehehehehe

Renzo ha detto...

Che fortuna Nadia!
L'aqui con la doppia spina va brigliato con... due briglie unite in fondo per il cavo di ritenuta ( lo avevo chiesto a suo tempo a OWT). E' un po' difficile poi tararlo bene ma è spettacolare.
Ho visto che hai preso dei fusion fighter di Lambert. Briglia a tre rami(tutorial sul sito di OWT); un consiglio: tienili da parte, per il momento, sono rapidissimi e per iniziare non sono il massimo.
I buka avevano un esperto in Franco, credo che trovi info da qualche parte nel blog. Spero tu sia più fortunato di me: quelli che ho ricevuto io erano o troppo rigidi o costruiti maluccio.
Per i patang http://www.ventonordbz.it/pdf/miniguida_patang.pdf
oppure anche il video (lungo e lento ma efficace) su OWT.
Buon lavoro! Buon vento!
Speriamo di tagliarti presto!

Alessandro ha detto...

@Renzo
grazie per le dritte. In effetti pensavo di partire con i patang, poi vediamo. Per i buka ne ho preso solo uno per rendermi conto della steccatura e dei pesi, poi Nadia si scatenerà dipingendo la carta velina. In effetti ho preso anche altre cose che non ho postato, soprattutto quelli "artistici", che penso però finiranno attaccati al muro.

Inoltro i tuoi auguri alla lonza in cucina!

Maurizio Costantino ha detto...

Ciao Alessandro! Ewwai! Io iniziai su suggerimento di Franco,Renzo e Tomm con i Layang Layang, il mio primo amore :-)
Ps: scusa se mi permetto... Aquiloni da attaccare al muro?
Giammai, ma scherzi? Non son mica quadri, son nati per V O L A R E ! :-D Buoni venti a presto!

Maurizio Costantino ha detto...

Riguardo al carrete, posso dire la mia... dopo tanti studi e prove :-)
me ne son fatto uno :-D che fai allo stesso tempo anche sollevamento pesi (legno massiccio di Iroko, non c'è pericolo che esploda, caso mai si "muove", ma ogni tanto faccio il bilancaimento :-D è pesante ma gajardo) ** Servono DUE cuscinetti per fare un buon carrete (secondo me) Ciao buoni Venti!

Alessandro ha detto...

no, no, per il carrete aspetto l'inaugurazione del negozio di Andrea. Volevo fare qualcosa per avvolgere velocemente sugli yoyo. L'altra sera stavo guardando giusto l'aggeggio per asciugare l'insalata, sai quello che ci metti dentro quella specie di scolapasta e poi il coperchio ha la manovella... Ma mi sa che Nadia mi caccia di casa!

andrea benini ha detto...

ahahahahahahah bella questa dello scola insalata. per avvolgere velocemente il filo sullo yo-yo, l'ideale è il trapano. si fa un cerchio di legno compensato, magari con al bordo dell'isolante adesivo o anche poliuretano espanso, si fa un foro al centro del disco di legno, dove si inserisce una vite che entra nel mandrino del trapano, poi si inserisce il disco di legno nella cavità interna dello yo-yo, e poi si aziona il trapano prima lentamente poi si aumenta e il gioco è fatto. magari un trapano avvitatore con velocità regolabile sarebbe meglio.

Alessandro ha detto...

@andrea

in effetti è quello che sto facendo, ma vuoi mettere la faccia di Nadia?

andrea benini ha detto...

fai foto e posta la faccia della ormai famosa nadia ehehehehe soprattutto quando gli aggredisci lo scola insalate

Leo ha detto...

Ciao, se posso volevo chiedere, quanto hano inciso tasse e dazi doganali sull' ordine di oneworld? Volevo anche io fare un ordine, ma per esperienza so che i pacchi da oltre oceano arrivano con qualche sorpresina.....