martedì 1 febbraio 2011

bamboo

Elvira, la nostra tata, va nelle Filippine il 19 di marzo, e gli ho chiesto del bamboo. Il fratello gli ha detto che ne hanno tanto vicino casa, sia fresco che seccato, e non ha problemi a mandare un pacco.
Considerando che è gratis e che lo farei venire con la nave, che indicazioni gli posso dare?

Lunghezza dei pezzi, diametro, colore.

Io, da quello che ho letto e visto dai filmati in giro, lo chiederei secco e scuro, con i nodi il più distanti possibile, con diametro della canna intorno ai 10-15 cm, spaccato a metà o a quarti per risparmiare spazio. Dovrebbe risultare uno spessore di un cm...

Se tutto va bene, arriverà per Cervia.

8 commenti:

andrea benini ha detto...

in base alla mia esperienza, ti dico che il bamboo bisogna vederlo e provarlo di persona, non è facile dare indicazioni qui, poi tu le dai a lei e poi lei va a scegliere. io comunque farei arrivare le canne intere e non già spaccate. i fasci delle canne dovrebbero essere legati in modo che rimangano dritte. poi sarebbe interessante avere diversi tipi di bamboo da confrontare e fare una scelta per la prossima volta.

Alessandro ha detto...

Allora gli chiedo qualche canna dei vari tipi che ha a disposizione, intera, a questo punto non troppo grossa, fra i 3 e i 5 cm, dell'altezza di un pacco standard,che credo sia intorno al metro, metro e venti.

andrea benini ha detto...

già quelle da 2 cm di diametro in su possono andare bene, fino a 5 cm come hai scritto tu. dovrebbero avere la buccia lucida, sia che siano gialle (tradizionali ) o nere. la lunghezza standard di questi diametri temo sia maggiore a 100/120 cm . se risulta difficile spedire canne di 200 cm di lunghezza e oltre, conviene farle tagliare a metà per la spedizione. l'importante è che siano lunghe almeno 100/120 cm in modo poi da scartare meno materiale possibile. può intervenire anche qualcun'altro a questa discussione per dire la sua. su qesto argomento è facile farsi sfuggire qualcosa

Roby ha detto...

credevo ti essere solo io fuori di testa in certe occasioni ma vedo che ci amalgamiamo bene hahahah.comunque posso dire la mia dico che se la tua tata si interessasse sul posto se c'è qualche ditta o artigiano meglio ancora che tratta il bamboo sicuramente sa cogliere la nostra esigenza e scarterebbe già in partenza quel bamboo non idoneo e magari dandogli le giuste informazioni potrebbe sezionarlo almeno in 4 parti per la sua lunghezza (almeno di 1m)in modo che successivamente possiamo decidere di quanto sgrossarlo ulteriormente in base al tipo di aquilone che se ne vuol ricavare.provate a consultarvi anche con R.Guidori che di canne dure se ne intende. ciao Alessandro e benvenuto nel bar dei matti.

Alessandro ha detto...

Non intendo approfondire che tipo di rapporti ci sono fra te e Guidori, ma dire che lui di canne dure se ne intende...la dice lunga!!!!

Roberto ha detto...

Sono basito ... Roby che dice che io mi intendo di canne dure. Vabbè forse intendevi canne di bamboo dure e allora ti dico che ne so qualcosa ma non cosi tanto come credi tu.
Iniziamo col dire che la circonferenza non è che sia determinante, 2-5-10-15 cm non dice nulla, ache se io preferisco che siano grosse (dagli 8cm in sù). La cosa che dice davvero è la stagionatura della canna, che si può ottenere in due modi; o naturalmente, ma ci vuole tempo e luoghi adatti, o come usano di solito fare loro con un forno a temperatura costante (160° circa)che le rende praticamente stagionate molto velocemente. Si riconoscono per via della buccia molto lucida, mentre una canna che è rimasta all'aperto sotto le intemperie, che ha subito acqua e umidità variabili la vedi dalla buccia opaca e che in alcuni punti si potrebbe anche sfaldare.
Il taglio poi si puo fare anche un nodo si uno no, cioè pezzi con un nodo in mezzo, lunghezza minima 70cm, quindi selezionare canne con un internodo di 35cm o più (se facilità il trasporto e costa meno, altrimenti ok per la canna intera).
Si può anche acquistare canne di diverso tipo, da quelle con la buccia gialla (molto elastiche) alla buccia marrone (molto più rigida), a volte serve minore o maggiore rigidità per diversi aquiloni.
Questi pezzi poi si possono dividere in 4 e cosi compattare ancora più lo spazio per la spedizione. Poi sta a chi lo lavora farlo bene, ma qui occorre più esperienza che il resto.

Alessandro ha detto...

Grazie a tutti, passerò le informazioni al fratello di Elvira, che abita lì, e mi farò spedire un pacco per provare. Poi quando arrivano ve le porto e vedete voi un po' che ci si può tirare fuori...

Io nel frattempo comincio a provare a fare qualche prova con spiedini di bambu, stecche di midollino e qualche carbonio da 1,5mm.

andrea benini ha detto...

calcola che la spedizione meno costosa e più idonea è via mare. e che i tempi di consegna variano dai 3 ai 4 mesi. se vuoi farti inviare una campionatura senza spendere un'esagerazione, per provare i diversi tipi di bamboo che possono essere disponibili in quella zona, l'ideale è farsi spedire via aerea, una piccola campionatura. l'ideale sarebbe informarsi se nella zona, ci sono costruttori di aquiloni combattenti di dimensioni simili a quelli che utilizziamo normalmente e farsi consigliare il tipo di bamboo da loro. ma immagino che sia una cosa difficile o addiritura improbabile, ma non si sa mai. qualcuno conosce qualche costruttore di combattenti nelle filippine? se si è ora di comunicarlo